Roma, 5 novembre 2018

Al via mercoledì 7 novembre la Convention Fiaso del management della sanità

Saranno dei veri e propri “Stati generali della sanità” quelli che vedranno a confronto 3mila decision maker della sanità, 120 Asl, 50 aziende ospedaliere, 19 Irccs e 14 associazioni del middle management dal 7 al 9 novembre a Roma. E’ la spina dorsale del nostro SSN ad avere aderito alla 1^ Convention del management della sanità italiana organizzata da FIASO, con il patrocinio del Senato della Repubblica, del Ministero della Salute e della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. Un evento che cade a 40 anni dalla costituzione del nostro Ssn e a 20 dalla operatività delle Aziende sanitarie, che dopo l’era delle Usl hanno risanato i bilanci aumentando l’aspettativa di vita in buona salute degli italiani, pur con la spesa più bassa d’Europa.

Ma la Convention del ventennale di FIASO non sarà celebrativa, rappresenterà semmai l’occasione per disegnare insieme il volto del futuro del SSN. E dei suoi manager, che per la prima volta si ritroveranno in uno spazio di confronto a tutto campo sui temi dell’innovazione. Tecnologica sì, ma anche e soprattutto organizzativa. Moltissimi gli ospiti e i relatori d’eccezione. Dai teorici del management Borgonovi e Mintzberg al Presidente emerito della Corte Costituzionale Valerio Onida, dai sociologhi De Masi e Moro al biblista ed ebraista Card. Ravasi. Tre giornate di incontri, dibattiti e workshop per parlare di lavoro, welfare, governance, ricerca, big data e sanità digitale.  

Un grande programma, interamente consultabile online sul sito www.convention.fiaso.it

Open Innovation. Porte aperte alla innovazione

Un programma nel programma. L’8 e il 9 novembre la Convention apre le porte ai player del SSN.

Collaborazioni e partnership e, soprattutto, un nuovo approccio strategico e culturale alla innovazione rappresentano strade obbligate se non si vuol correre il rischio di rinunciare a quanto di più significativo ricerca e tecnologia mettono a nostra disposizione. Gli strumenti per l’innovazione e la resilienza del sistema e i nuovi approcci per la valutazione delle gare, il lean management e le sue potenzialità per le organizzazioni sanitarie, la gestione del capitale umano e le strategie per la promozione della salute organizzativa, la digital transformation, i big data, l’IoT e l’intelligenza artificiale al servizio del SSN sono alcuni dei temi che animeranno le 3 sessioni di Open Innovation, in programma tra l’8 e il 9 novembre. Un luogo per riflettere su come portare all’interno del SSN quanto di meglio messo a disposizione da start up, imprese, enti di ricerca, innovatori, programmatori, fornitori, associazioni.

Le community del Marketplace. Storie di ordinaria straordinarietà

Spazio alle proposte di 64 Aziende del SSN che si raccontano e offrono il proprio know-how.

Il SSN produce quotidianamente una quantità di innovazione che nasce e si sviluppa al suo interno. Ma non sempre ciò è sufficiente a garantirne una adeguata disseminazione. La parola d’ordine, allora, è promozione e condivisione. Nasce così il Marketplace della Convention, lo spazio in cui 64 Aziende si raccontano e mettono a disposizione le proprie esperienze di successo. Con un obiettivo su tutti, diffondere l’innovazione che ha dimostrato di funzionare sul campo.