Le Associazioni del Forum

AIIC – Associazione Italiana Ingegneri Clinici

  • L’Associazione Italiana Ingegneri Clinici, fondata a Milano nel 1993, ha lo scopo istituzionale di tutelare la figura dell’Ingegnere Clinico contribuendo a diffondere i Servizi di Ingegneria Clinica all’interno delle aziende sanitarie come elemento di governo delle Tecnologie Biomediche.
  • L’Associazione negli ultimi anni è fortemente cresciuta non solo in termini di numero degli iscritti, ma anche come visibilità esterna, come testimoniano i numerosi eventi ai quali l’AIIC è chiamata a partecipare.
  • Il Consiglio Direttivo ha raccolto il testimone dell’ormai più che decennale storia dell’Associazione proponendo un programma finalizzato al rafforzamento dei contatti istituzionali, l’inizializzazione dei rapporti con i colleghi europei, le partnership con il mondo accademico, la promozione dell’immagine e della formazione degli Ingegneri Clinici.
  • Ritenendo fondamentale il coinvolgimento dei Soci in questo lavoro, si stanno promuovendo iniziative sistematiche di organizzazione degli incontri dei Soci per area e di consolidamento delle funzioni di servizio, quali il potenziamento del sito Internet ed il consolidamento del servizio di segreteria centralizzata.

AIRESPSA – Associazione Italiana Responsabili Servizi Prevenzione e Protezione in Ambiente Sanitario

Nata nel 2002, AIRESPSA è un’associazione nazionale senza scopo di lucro, a carattere professionale, scientifico e di utilità sociale ampiamente rappresentativa di gran parte dei Servizi Prevenzione e Protezione presenti in ambito sanitario.  L’Associazione, organizzata in struttura nazionale e coordinamenti regionali, si propone di riunire i Responsabili dei Servizi Prevenzione e Protezione (RSPP) e gli Addetti (ASPP) di strutture pubbliche a carattere sanitario ed altri professionisti della sanità privata interessati a favorire la tutela della salute e della sicurezza negli ambienti di vita e di lavoro, perseguendo i seguenti scopi:

  • promuovere il valore e la cultura della sicurezza e della tutela dell’ambiente e della salute dei lavoratori nelle strutture sanitarie pubbliche e private ed in genere negli ambienti di vita e di lavoro;
  • promuovere il ruolo dei Servizi di Prevenzione e Protezione e la diffusione e l’adozione di modelli organizzativi gestionali della sicurezza sul lavoro all’interno delle strutture sanitarie;
  • promuovere ed organizzare percorsi e programmi informativi e formativi volti alla diffusione delle conoscenze tecniche, scientifiche e gestionali per la sicurezza in ambienti di vita e di lavoro e la tutela ambientale;
  • promuovere ed effettuare studi e ricerche scientifiche di particolare interesse sociale sul tema della prevenzione della protezione e della sicurezza negli ambienti di vita e di lavoro;
  • collaborare con le istituzioni nazionali e internazionali per l’elaborazione delle norme e degli standard di riferimento volti alla tutela della salute e della sicurezza negli ambienti di vita e di lavoro nonché sviluppare rapporti e collaborazioni con altri enti, nazionali ed internazionali, nel rispetto delle finalità associative.

In particolare AIRESPSA, anche mediante l’organizzazione di eventi a carattere Regionale e Nazionale (AIRESPSA SCHOOL), promuove la cultura del Lavoro Sicuro e rispettoso dell’ambiente quale elemento essenziale e valoriale per una nuova “Governance” della Salute e Sicurezza sul Lavoro in ambito sanitario. A ciò si associa una nuova visione delle funzioni manageriali del RSPP in ambito sanitario quale elemento chiave in ottica di sostenibilità del Sistema Sanitario e si incentiva una visione proattiva della SSL quale possibile leva strategica sia per rispondere ai doveri etico-morali verso la collettività, sia per i benefici economici ad essa associati. AIRESPSA vuole essere uno spazio di confronto, mettendo a disposizione le esperienze acquisite in questi anni dagli Addetti e Responsabili dei Servizi Prevenzione e Protezione, rivolto ad una platea di soggetti sempre più ampia ed eterogenea – Istituzioni, Associazioni e Professionisti del settore sanitario – per il miglioramento della qualità di vita nelle Strutture Sanitarie italiane.

AIRESPSA è membro della CIIP, ha realizzato importanti progetti scientifici, formativi e informativi di carattere nazionale in ambito sanitario e nel 2016 ha aderito al Forum del Middle Management di FIASO.

AISIS – Associazione Italiana Sistemi Informativi In Sanità

AISIS è una associazione nata nel 2003 con lo scopo di dare visibilità a chi si occupa professionalmente di ICT nelle aziende sanitarie italiane, siano esse pubbliche o private, e di favorire una crescita dell’attenzione sulle problematiche connesse all’utilizzo dell’Ict in sanità come leva strategica di cambiamento. Rappresenta una realtà diffusa sull’intero territorio nazionale con prevalenza di associati nell’area centro nord e più limitata presenza nelle regioni del centro sud, che sono comunque rappresentate.

Uno tra i principali obiettivi di Aisis consiste nel far crescere la cultura del management dei sistemi informativi in ambiente sanitario e dare visibilità e rilievo a una funzione che, ancora troppo spesso, viene percepita con una valenza prettamente tecnologica.

Il Sistema Informativo costituisce una componente complessa e fondamentale per il funzionamento delle aziende sanitarie e rappresenta oggi una delle leve principali che possono essere utilizzate per il cambiamento e per il miglioramento delle stesse.

Per tale motivo il sistema informativo aziendale deve essere pianificato, progettato, realizzato e gestito con logiche e tecniche di management, in maniera sistematica e non con interventi estemporanei. Ciò richiede un salto di qualità sia nella percezione di cosa rappresenti oggi il Sistema Informativo nelle Aziende Sanitarie sia nelle skill professionali di coloro che sono chiamati a gestirli.

ANMDO – Associazione Nazionale Medici Direzioni Ospedaliere

ANMDO ha quale missione tecnico-scientifica quella di contribuire al miglioramento costante dell’organizzazione ospedaliera e sanitaria attraverso la pianificazione e l’organizzazione della sanità pubblica, la gestione degli stabilimenti sanitari e delle tecniche di sviluppo e di direzione sanitaria.

ANMDO promuove l’applicazione degli strumenti di governo clinico al fine di un miglioramento continuo dell’organizzazione, della qualità e della sicurezza dei servizi e delle prestazioni sanitarie, dedicando una particolare attenzione, anche attraverso specifiche iniziative formative, ai seguenti aspetti:

  • implementazione di percorsi clinico-assistenziali basati su linee guida nazionali e internazionali;
  • valutazione e introduzione dell’innovazione;
  • eliminazione di procedure obsolete;
  • introduzione degli audit clinici in tutte le strutture assistenziali.

CARD – Confederazione Associazioni Regionali di Distretto

CARD ha lo scopo di promuovere, valorizzare e sostenere con ogni strumento i Distretti Socio-Sanitari nelle diverse realtà territoriali e il ruolo professionale dei dirigenti e di tutti gli operatori del DSS nel Servizio Sanitario Regionale.

Possono esserne soci tutti gli operatori dei diversi profili professionali del comparto sanità che operano nel Distretto socio-sanitario e gli operatori della Dirigenza medica, amministrativa e non medica, oltre che tutti coloro che ne condividono le finalità e ne vogliono sostenere l’attività (soci sostenitori).

L’associazione si prefigge numerosi obiettivi:

  • promuovere a livello regionale indirizzi organizzativi uniformi per le strutture distrettuali
  • favorire il perseguimento degli obiettivi di qualità e di efficienza degli interventi distrettuali, contribuendo alla definizione degli indirizzi per un’equa e appropriata distribuzione delle risorse
  • promuovere interventi atti a garantire la corrispondenza dei livelli essenziali di assistenza distrettuale a livello regionale con quelli previsti dal Piano Sanitario Nazionale vigente, sulla base dei reali bisogni del territorio
  • realizzare iniziative per la formazione permanente dei dirigenti e di tutti gli operatori di DSS, attraverso l’organizzazione e lo svolgimento di studi, ricerche cliniche, epidemiologiche ed altre iniziative di formazione permanente (corsi, seminari, convegni)
  • promuovere forme di collaborazione didattica dei direttori di distretto nell’insegnamento universitario e in corsi di aggiornamento, perfezionamento professionale e percorsi master
  • promuovere iniziative dirette a migliorare le condizioni nell’esercizio quotidiano della professione, anche partecipando all’individuazione dei supporti tecnologici necessari a tale scopo
  • promuovere, realizzare e diffondere iniziative divulgative finalizzate alla valorizzazione della peculiarità delle attività distrettuali ivi compresi progetti-obiettivo e attività di ricerca
  • promuovere e sostenere la partecipazione degli associati, anche in qualità di consulenti, in ogni ente o istituto deputato alla programmazione, pianificazione e organizzazione dei servizi sanitari in ogni sede nella quale si svolgono tali attività
  • favorire scambi culturali ed incontri periodici o permanenti con i membri di altri paesi europei ed extraeuropei impegnati in interventi di assistenza territoriale.

CID – Comitato Infermieri Dirigenti

Il CID (Comitato Infermieri Dirigenti) nasce a Roma negli anni 60 come luogo di incontro di dirigenti (non ancora formalmente riconosciuti) e professionisti impegnati nell’organizzazione e nella formazione ed evolve in seguito divenendo Società Scientifica dal 2003, con l’intento di rispondere alla crescente necessità di sviluppo della cultura scientifica disciplinare infermieristica in ambito manageriale.

Società scientifica apartitica e senza fini di lucro, con specifica attenzione ai problemi di programmazione e di gestione dei servizi sanitari, alla valutazione della qualità delle cure, e alla formazione infermieristica, intende aggregare tutti i professionisti infermieri interessati e coinvolti nelle tematiche della governance socio sanitaria.

Negli anni, il CID si è impegnato nel costante e innovativo aggiornamento nelle diverse aree tematiche della governance socio sanitaria. L’associazione è costantemente impegnata a promuovere:

  • il superamento delle disomogeneità presenti nel territorio nazionale, nella struttura organizzativa di dirigenza infermieristica e delle professioni sanitarie;
  • il rafforzamento di tali strutture e l’articolazione in diversi livelli con ambiti di dirigenza e coordinamento specifici;
  • l’accesso dei dirigenti infermieri a tutte le opportunità dirigenziali offerte dal sistema sanitario;
  • lo sviluppo di processi formativi specifici per la dirigenza in ambito socio sanitario attraverso percorsi integrati con enti accademici e imprenditoriali italiani ed esteri.

FADOI – Federazione delle Associazioni dei Dirigenti Ospedalieri Internisti

La Fondazione FADOI ha lo scopo di realizzare finalità e obiettivi della FADOI Società Scientifica; come tale è organo di FADOI Società Scientifica e ad essa si riconduce per quanto attiene l’impostazione delle scelte strategiche e delle linee generali di intervento.

La Fondazione promuove lo sviluppo delle conoscenze medico-scientifiche e si prefigge lo scopo di contribuire – direttamente o in collaborazione con Università, strutture sanitarie pubbliche e/o private, altri Enti di ricerca e altre Fondazioni e Associazioni – allo sviluppo della ricerca clinica, di attività di formazione e aggiornamento e di iniziative di educazione sanitaria della popolazione nel campo delle malattie di interesse per la medicina interna. Tra i valori fondanti della Società:

  • promuovere e valorizzare la Medicina Interna ospedaliera e il suo ruolo nella organizzazione dipartimentale, con costante attenzione ai problemi posti dagli associati;
  • accrescere le conoscenze mediche e la buona metodologia clinica degli internisti, la capacità di affrontare eventi clinici molto differenziati, facilitare lo sviluppo della Medicina basata sulle prove di efficacia;
  • far crescere una impostazione professionale di “disease management, con attenzione alla qualità clinica, ma anche agli aspetti di epidemiologia, ai percorsi diagnostico-assistenziali e ai costi;
  • condividere le esperienze di carattere organizzativo-gestionale realizzate nelle diverse regioni;
  • favorire la crescita di sinergie culturali e organizzative all’interno degli ospedali e con il territorio, in particolare con i Medici di Medicina Generale;
  • facilitare l’acquisizione e l’utilizzo delle tecnologie necessarie per la gestione diretta della diagnostica di base, cioè quella applicabile alle patologie mediche con maggiore prevalenza.

FARE – Federazione delle Associazioni Regionali degli Economi e dei Provveditori della Sanità

  • La FARE è stata costituita nel 1960 per favorire lo studio dei problemi connessi alla gestione dei servizi economali e alla funzione degli approvvigionamenti nell’ambito delle strutture sanitarie pubbliche e private.
  • Lo scopo preminente è quello dell’aggiornamento e della qualificazione professionale degli appartenenti alla categoria attraverso vari strumenti operativi quali corsi di formazione, master, giornate di studio, convegni, congressi, pubblicazioni. La FARE è composta da 13 Associazioni Regionali. La Federazione partecipa con i propri rappresentanti ad organizzazioni e commissioni per lo studio di problemi di carattere organizzativo, economico e di mercato e presta la propria consulenza su aspetti tecnico professionali concernenti l’acquisto di beni e servizi e la gestione di attività di carattere alberghiero.

HCRM – Hospital and Clinical Risk Managers

L’Associazione “Hospital & Clinical Risk Managers” è una libera associazione fra professionisti (Medici Chirurghi Specialisti, Liberi Professionisti, Ricercatori, Dottorandi, Assistenti in formazione specialistica, altre figure professionali di ambito sanitario) che persegue scopi esclusivamente scientifici e culturali, senza fini di lucro ed agisce nel pieno rispetto delle norme nazionali e internazionali. Essa si propone di supportare, implementare e coordinare l’azione degli operatori sanitari impegnati, per ruolo e/o funzione aziendale, nella realizzazione di politiche di qualità e sicurezza delle cure e delle strutture in cui le cure sono erogate.

Gli obiettivi di HCRM sono supportati da un modello innovativo di comunicazione e aggregazione di idee e progetti attraverso la realizzazione di una piattaforma tecnologica capace di sviluppare azioni di social networking fra i soci aderenti. Nello specifico il sito/blog/piattaforma intelligente dell’Associazione è in grado di:

  • valorizzare l’offerta di “Patient Safety” di una organizzazione sanitaria mettendo in relazione obiettivi e risultati
  • promuovere i pacchetti progettuali sulla base delle esigenze del territorio locale e delle normative vigenti
  • mettere in relazione le esperienze di successo con i potenziali destinatari, prevedendo un approccio “sistemico” alla promozione della sicurezza sanitaria
  • costruire un meccanismo avanzato di aggregazione che permetta di reperire informazioni di interesse da banche dati differenti
  • costruire nuovi modelli di trust e di reputation dell’offerta di cultura della sicurezza aggregando i giudizi degli utenti fruitori dei servizi sanitari (domanda) alle azioni effettivamente rese dai fornitori di tali servizi (offerta), al fine di costruire un reale indice di qualità percepita
  • fornire strumenti avanzati di formazione sulle tematiche sociali, in linea con le vigenti normative in materia di FAD ed e-learning.

SIAIS – Società Italiana dell’Architettura e dell’Ingegneria per la Sanità

L’Associazione è nata il 21 aprile 2006 a Bologna dalla volontà di un gruppo di professionisti che, nell’ambito di una crescita culturale e di riconoscimento del proprio ruolo professionale all’interno del servizio sanitario nazionale, si è reso conto della necessità di ampliare a livello nazionale la rete, finora frammentaria a livello geografico e specialistico, dei “professionisti tecnici” (ingegneri, architetti e tecnici diplomati) che operano nella sanità pubblica e nella sanità privata accreditata.

SIAIS è un’associazione senza scopo di lucro che si propone quindi di riunire ingegneri, architetti e diplomati in materie tecniche operanti a livello locale, regionale e nazionale, al fine di sviluppare rapporti tra gli iscritti per un continuo aggiornamento ed interscambio professionale e culturale nelle materie di competenza e in un contesto nazionale.

Le principali finalità della S.I.A.I.S. sono:

  • sviluppare i rapporti professionali tra gli iscritti per l’aggiornamento e l’interscambio culturale nelle materie di competenza;
  • diffondere tra gli associati materiale tecnico ed informazioni riguardanti l’esercizio dell’attività professionale con specifico riguardo al settore sanitario;
  • valorizzare il ruolo delle funzioni tecniche ed, in particolare, la professionalità degli ingegneri, architetti e tecnici per una corretta gestione delle strutture sanitarie;
  • promuovere la ricerca e lo sviluppo delle conoscenze scientifiche nei settori tecnici della sanità;
  • promuovere la formazione di nuove figure tecnico-professionali;
  • promuovere lo studio e lo sviluppo di modelli manageriali delle aziende sanitarie per le proprie competenze al fine di contribuire ad un oculato governo delle aziende sanitarie;
  • promuovere accordi con le industrie per l’aggiornamento scientifico e tecnico e per le innovazioni nel settore civile, impiantistico e tecnologico;
  • promuovere rapporti di collaborazione con enti scientifici, tecnici, professionali, pubblici e privati, italiani e stranieri, che si propongono il perseguimento di finalità analoghe o complementari a quelle dell’Associazione e, comunque, non in contrasto con esse;
  • promuovere l’aggiornamento della legislazione professionale.

SIFO – Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende Saniatrie

La SIFO è un’associazione culturale e scientifica dei farmacisti ospedalieri e dei servizi farmaceutici territoriali delle Unità sanitarie locali. Ad essa affluisce la quasi totalità dei farmacisti pubblici dipendenti dal SSN (Servizio Sanitario Nazionale) e quelli dipendenti dalle strutture ospedaliere private. La SIFO è stata costituita nel 1952 e ha sede a Milano.

Ad oggi conta 2691 soci e si propone di:

  • promuovere e coordinare l’attività scientifica, tecnica ed amministrativa delle farmacie degli ospedali al fine di migliorarne le prestazioni
  • studiare, aggiornare e perfezionare i mezzi per la realizzazione, la produzione e la distribuzione dei farmaci negli ospedali in collaborazione con gli altri sanitari
  • curare i metodi di lavoro ed i criteri amministrativi a vantaggio di una sempre più efficace economia delle amministrazioni ospedaliere
  • prendere ed incoraggiare tutte quelle iniziative ritenute idonee ad elevare, sotto l’aspetto etico e culturale, il farmacista che esercita la professione nelle farmacie degli ospedali e nei servizi farmaceutici delle US.

SIHRMA – Società Italiana degli Healthcare Risk Manager

L’Associazione persegue scopi esclusivamente scientifici e culturali e non ha fini di lucro. Si propone di supportare, implementare e coordinare l’azione degli operatori sanitari impegnati, per ruolo e/o funzione aziendale, nella realizzazione di politiche di qualità e sicurezza delle cure e degli ambienti in cui le cure sono prodotte.

L’azione degli Healthcare Risk Manager si intende estesa anche alla protezione del patrimonio aziendale, perseguito attraverso le attività di gestione dei sinistri e la miglior collocazione del rischio sanitario sul mercato assicurativo.

Gli scopi dell’Associazione sono realizzati attraverso iniziative scientifiche, culturali e professionali, i cui contenuti si intendono ispirati alle evidenze scientifiche e traggono origine dalle migliori pratiche cliniche e tecniche.
Attraverso tali iniziative l’Associazione persegue l’aggiornamento scientifico del settore e promuove la diffusione delle attività di gestione del rischio clinico favorendo la didattica e l’accreditamento formativo secondo le normative vigenti, pubblicando gli atti degli incontri scientifici organizzati, incentivando la redazione di articoli su riviste nazionali e internazionali e l’edizione di giornali e riviste tecniche di settore.

SIMM – Società Italiana Medici Manager

L’Associazione nasce nel 2006 dalla stretta collaborazione con la British Association of Medical Managers e con l’American College of Physician Executives, per promuovere, sviluppare e consolidare anche in Italia il ruolo e la funzione manageriale nella professione medica.

La Società è aperta a tutti i professionisti che si interessano al management sanitario e sono intenzionati, nello svolgimento del loro ruolo dirigenziale, a crescere culturalmente e professionalmente. L’organizzazione e la programmazione dell’azione di SIMM Medici Manager mira a:

  • mettere al centro della gestione sanitaria la migliore pratica clinica;
  • elaborare i processi migliori per i pazienti e per il servizio;
  • sviluppare sistemi informativi in grado di sostenere adeguatamente le decisioni e le valutazioni;
  • applicare il “buonsenso” clinico nelle scelte gestionali;
  • giocare un ruolo importante nella riflessione e nelle strategie programmatiche.

SITI – Società Italiana di Igiene

La Società Italiana di Igiene riunisce tutte le persone qualificate e interessate a collaborare al conseguimento dei seguenti scopi:

  • promuovere il progresso scientifico e culturale nel campo dell’Igiene, Epidemiologia, Sanità Pubblica, Medicina Preventiva e di Comunità, Programmazione, Organizzazione, Management ed Economia sanitaria, nonché in tutte le altre sue possibili articolazioni funzionali;
  • rendere operante la cooperazione tra gli Igienisti, l’Amministrazione sanitaria e le Istituzioni mediche e scientifiche nazionali e internazionali che perseguono gli stessi fini;
  • favorire l’evoluzione e lo sviluppo culturale e professionale delle attività di prevenzione ed il ruolo e la qualificazione dei suoi cultori ed operatori a livello centrale e periferico;
  • dare impulso alle attività di educazione sanitaria volte ad innalzare il livello igienico-sanitario della popolazione;
  • promuovere le attività di aggiornamento professionale e di formazione permanente nei confronti dei soci anche con programmi di educazione continua al fine di elevarne la professionalità e le competenze manageriali, scientifiche e tecniche;
  • promuovere e partecipare, attraverso l’attività dei soci e mediante la collaborazione con altre società e organismi scientifici, a studi e ricerche scientifiche nell’ambito delle discipline di cui al comma a) con predisposizione di manuali, linee-guida, protocolli operativi e studi multicentrici;
  • è fatto specifico divieto di svolgere attività diverse da quelle riportate nelle lettere da a) ad f) ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse.